LA LEGA CONSUMATORI PROPONE UNO STILE DI VITA DA TESTIMONIARE CON LA QUARESIMA

E’ una Quaresima di un tempo di crisi dalla quale si può e si deve uscire cambiando i paradigmi dello sviluppo. Per farlo hanno un ruolo concreto ed efficace le scelte e i comportamenti delle persone e delle famiglie.

La Lega Consumatori, da movimento educativo e sociale, propone per la Quaresima 2011 ai propri aderenti e a quanti credono nello sviluppo sostenibile e solidale, i seguenti impegni concreti:

a)    Astenersi dal gioco d’azzardo in tutte le sue manifestazioni rischiose per i propri soldi, nel tentativo di  farli moltiplicare su qualcosa che è assolutamente imprevisto: lotto, totocalcio, video poker, gratta e vinci, scommesse e sale giochi. E’ una scelta che non intaccherà la libertà degli altri di giocare, ma diventerà un segno importante contro le manifestazioni di gioco compulsivo che assumono una rilevanza sociale oltre che di danno alle persone e alle famiglie;

b)     Liberare la domenica dal consumismo. Vivere la domenica come stacco dal lavoro e dalla routine, come momento di festa e di liberazione dalla fatica, come recupero di una vita di relazione e familiare. Liberare la domenica dal lavoro  interessa la famiglia di tutti: dei consumatori, dei lavoratori domenicali e dei negozianti costretti a trascurarla anche sistematicamente. Liberare la domenica per ridarle il ruolo di promozione umana e civile, e per i credenti nel giorno del Signore.

Occorre creare consapevolezza del fatto che non esiste un rapporto diretto di necessità tra bisogni dei consumatori e apertura domenicale sistematica dei centri commerciali. Chi è costretto a lavorare in essi perde la qualità della domenica per se e per la famiglia e si trova immerso in una routine feriale permanente. Organizzazioni di lavoratori si sono giustamente posti il problema.

Liberare la domenica dal consumismo è anche un input  per  darsi abitudini organizzate di acquisto e di consumo personale e familiare, intelligente, critico e solidale.




Milano, Quaresima 2011                              La Presidenza Nazionale